Cinque giorni di trekking in Lapponia

La Lapponia è l’ultima grande regione incontaminata d’Europa. L’austerità del suo straordinario paesaggio naturale nasconde un fascino irresistibile, mentre l’alternarsi delle stagioni a nord del circolo polare artico produce effetti spettacolari, più intensi di qualunque altro posto nel mondo.

Il contrasto fra inverno ed estate è talmente marcato che persino i finlandesi ritengono un viaggio in Lapponia indispensabile per poter dire di conoscere il vero volto del proprio Paese. E dopo la prima esperienza molti continuano a tornare a nord semplicemente perché ci hanno lasciato il cuore, proprio come me.

Il nostro gruppo, formato da soli uomini, ha trascorso cinque indimenticabili giorni all’interno del Parco nazionale di Urho Kekkonen, ritenuto la meta più bella e varia per una vacanza all’insegna del trekking. Con i suoi 2.550 chilometri quadrati di imponenti alture, vasti acquitrini e fitte foreste, è il secondo parco nazionale finlandese per estensione e certamente quello che offre la più ricca varietà di paesaggi. Una moltitudine di sentieri ottimamente segnalati rendono questo enorme parco adatto anche chi si avvicina all’escursionismo per la prima volta, mentre i più esperti possono avventurarsi su percorsi più lunghi e impegnativi in aree ancora del tutto selvagge.

Lapponia

Il fascino della Lapponia è fatto di contrasti: a pochi minuti da vivaci città e località sciistiche regna la calma assoluta di una natura selvaggia e incontaminata.

Lapponia