• Cinque giorni di trekking in Lapponia

    Il nostro viaggio è iniziato ad Aittajärvi, sul Lago Suomujoki. Nel sud della Finlandia, settembre è ancora un mese caldo, ma in Lapponia l’autunno è già arrivato.

  • In cima alle alture, con il viso sferzato dalla pioggia e dal vento, restiamo senza fiato davanti alla spettacolare vista sul fiume Sarvijoki.

  • Fare escursionismo nel Parco nazionale di Urho Kekkonen è comodo e sicuro. Oltre alle immancabili saune, ci sono numerosi chalet in cui trascorrere la notte, tutti facilmente prenotabili o, in alcuni casi, messi a disposizione dei visitatori a titolo del tutto gratuito. L’area è inoltre ricca di acqua e legna per cucinare.

  • Dopo un buon sonno ristoratore, il mattino seguente eravamo pronti a ripartire. Le notti erano ancora così luminose che non abbiamo neanche dovuto accendere le candele.

  • Siamo saliti fino a Paratiisikuru. Il sentiero era incorniciato da cespugli bassi e betulle nane, oltre che da piante di empetro nero, uva orsina e deliziosi mirtilli rossi.

  • Siamo partiti da Paratiisikuru e abbiamo risalito l’altura di Ukselmapää, procedendo cinque metri per volta con soste regolari per riprendere fiato.

  • In cima all’Ukselmapää, la visibilità era di soli 20-50 metri.

  • Dopo una lunga giornata di cammino, ci siamo accampati per la notte nei pressi del fiume Pälkkimäoja.

  • A colazione abbiamo pianificato l’itinerario del giorno. Il Parco nazionale di Urho Kekkonen offre la possibilità di fare brevi escursioni di una giornata oppure, per i più energici e avventurosi, spedizioni di svariati giorni.

  • Armati di bussola, ci siamo diretti verso l’altura di Joukhaispää, la cui cima svetta oltre il lago.

  • Maantiekuru, il nostro percorso di oggi, è un antico sentiero usato soprattutto d’inverno.

  • L’inizio e la fine del percorso sono semplici, un sentiero sabbioso che si snoda nella splendida brughiera circostante.

  • Saukki ha raccolto la legna, acceso il fuoco e preparato il caffè.

  • Restare adeguatamente idratati in Lapponia non è affatto un problema: tutte le fonti d’acqua che scorrono nelle alture sono infatti perfettamente potabili.

  • Più tardi quella sera, dopo esserci lavati, ci siamo goduti un po’ di meritato riposo. Era l’ultima notte del nostro viaggio e un sottile dispiacere aleggiava nell’aria.

  • Avendo cura di non fare rumore, oltre alle immancabili renne e ghiandaie in mezzo alla natura è possibile avvistare una ricca fauna. Noi abbiamo incontrato galli di montagna, galli cedroni e una miriade di lemming.

  • Gli ultimi chilometri del nostro viaggio ci hanno condotto in un bosco dall’inebriante profumo di resina di pino. Il silenzio che era calato nel gruppo era un chiaro segno che con la mente stavamo già tornando alla realtà.

  • A farci da sfondo mentre attendevamo il nostro taxi, il magnifico Lago Aittajärvi. Aeroporto, cittadine e villaggi sono tutti facilmente raggiungibili dal parco, incluso la località turistica di Saariselkä con i suoi numerosi hotel.

  • Si consiglia

    Ti potrebbero interessare anche questi articoli

    • Incontro con i Sámi

      Incontro con i Sámi

      La regione dei Sámi nella Lapponia settentrionale offre durante tutto l’anno opportunità illimitate per attività all’aperto e al chiuso, a stretto contatto con l’unico popolo indigeno dell’Unione europea.

    • I wish I was
      in Finland

      – tutte le ultime notizie e novità dal nostro gruppo di Facebook.

Cinque giorni di trekking in Lapponia

La Lapponia è l’ultima grande regione incontaminata d’Europa. L’austerità del suo straordinario paesaggio naturale possiede un fascino irresistibile e l’alternarsi delle stagioni a nord del circolo polare artico produce effetti spettacolari, più intensi che in qualunque altro luogo.

Il contrasto fra inverno ed estate è talmente marcato che persino i finlandesi ritengono un viaggio in Lapponia indispensabile per poter dire di conoscere il vero volto del proprio Paese. E dopo questa esperienza, innumerevoli visitatori continuano a tornare a nord semplicemente perché qui hanno lasciato il cuore, proprio come me.

Imponenti alture, vasti acquitrini e fitte foreste

Il nostro gruppo formato da soli uomini ha trascorso cinque indimenticabili giorni all’interno del Parco nazionale di Urho Kekkonen, ritenuto la meta più bella e varia per una vacanza all’insegna del trekking.

Con i suoi 2.550 chilometri quadrati di imponenti alture, vasti acquitrini e fitte foreste, è il secondo parco nazionale finlandese per estensione e certamente quello che offre la più ricca varietà di paesaggi.

Una moltitudine di sentieri ottimamente segnalati rendono questo enorme parco adatto anche chi si avvicina all’escursionismo per la prima volta, mentre i più esperti possono avventurarsi su percorsi più lunghi e impegnativi in aree ancora del tutto selvagge.

Lapponia

La Lapponia finlandese d'inverno è quanto di più simile a una terra incantata possiate trovare. Divertenti attività sulla neve, l'aurora boreale e la casa di Babbo Natale attendono gli audaci visitatori che oseranno trasformare i propri sogni in realtà.

Altro