Incontro con Paula, la guardiana del faro

Per i finlandesi visitare la torre del faro di Bengtskär è come andare in pellegrinaggio. Un viaggio da intraprendere almeno una volta nella vita. Paula Wilson, guardiana del faro, ci spiega la magia di questo luogo.

“Ho visitato per la prima volta Bengtskär nell’estate del 1968, quando mi sono fidanzata con mio marito. E subito ne sono rimasta come catturata. Un’isola solitaria, a chilometri e chilometri di distanza da tutto e da tutti, sembrava un luogo incantato. Un po’ come essere al largo nel mare, ma con i piedi saldi sulla terraferma.

“All’inizio degli anni Novanta la torre del faro di Bengtskär, un tempo imponente, era caduta in disuso a causa della mancata manutenzione per oltre 25 anni. Io e mio marito abbiamo fatto pressione all’Università di Turku, proprietaria dell’edificio, per la sua ristrutturazione, e così gli abbiamo conferito un nuovo anelito di vita. Il faro è ritornato ai fasti di un tempo, diventando un vero e proprio museo aperto ai visitatori. Noi stessi ci viviamo da 16 anni. Siamo i guardiani del faro e contemporaneamente gestiamo un piccolo albergo nell’edificio, che ospita anche una sauna in granito costruita nel 1907, e che ovviamente teniamo sempre accesa la sera per i nostri ospiti.”

Arcipelago e regione costiera

La costa finlandese con il suo stupendo arcipelago offre una varietà di destinazioni affascinanti e facili da raggiungere.

Arcipelago e regione costiera