• Kvarken, arcipelago emergente

    Le morene

    Le creste e le strisce di terra che emergono dall’acqua a Kvarken sono chiamate morene DeGeer. Tra le morene si creano pozze d’acqua riparate e poco profonde che strolaghe minori, urie nere e, durante le migrazioni primaverili, gru e poiane eleggono a propria dimora. Qui nuotano aringhe, pesci persici e lucci.

  • Una locanda accogliente

    La locanda Björkö a Björköby è un tipico esempio delle sistemazioni confortevoli e accoglienti che attendono i visitatori nell’arcipelago di Kvarken. Questa locanda offre anche un ottimo ristorante con un menù a base di ingredienti locali freschissimi, una sauna a legna, una vasca idromassaggio esterna e persino un centro congressi.

  • La magica luce dell'estate

    La torre di avvistamento detta Saltkaret (saliera) segna l’inizio (o la fine, a seconda dei punti di vista) del sentiero di Svedjehamn. La costa svedese di Kvarken (detta Costa Alta) dista solo 50 chilometri. Nel 2006, il versante finlandese è entrato a far parte del sito svedese dichiarato dall’UNESCO patrimonio naturale dell’umanità.

  • Immersi nella natura sul sentiero di Valsörarna

    Una delle mete più gettonate per le escursioni in barca è il “mini-arcipelagoˮ di Valsörarna (Valassaaret in finlandese), che ospita un’antica stazione di piloti marittimi, un faro e un sentiero che attraversa impervie foreste e brughiere dove regnano libellule e farfalle. L’isola è un luogo di nidificazione protetto dove talvolta è possibile avvistare aquile di mare.

  • Il porto di Svedjehamn

    Con l’innalzarsi dei fondali, le rimesse per le barche del porto di Svedjehamn si allontaneranno sempre più dalla riva. Le fotografie dei porti di Kvarken scattate 50 anni fa mostrano quanto il mare si sia ritirato, lasciando pontili e ormeggi in secca.

  • Villaggio di pescatori

    Situato nella parte occidentale dell’arcipelago rivolta verso il mare aperto, Svedjehamn è uno dei villaggi costieri più grandi e affascinanti di Kvarken. In estate è la meta ideale per una vacanza all’insegna di pace e tranquillità, ma d’inverno deve sopportare la furia dei venti provenienti dal mare gelato nel punto più stretto del Golfo di Botnia.

  • A pastoral idyll

    Situato nella parte occidentale dell’arcipelago rivolta verso il mare aperto, Svedjehamn è uno dei villaggi costieri più grandi e affascinanti di Kvarken. In estate è la meta ideale per una vacanza all’insegna di pace e tranquillità, ma d’inverno deve sopportare la furia dei venti provenienti dal mare gelato nel punto più stretto del Golfo di Botnia.

  • Tragico memoriale

    A mound of stones on Valsörarna’s main island commemorates the death of at least 400 soldiers, led by Russian General Barclay de Tolly, who perished on the frozen sea returning from an assault on Sweden in 1809 during the so-called Finnish War.

  • Il cugino della Torre Eiffel

    Una pigna di pietre sull’isola principale dell’arcipelago di Valsörarna commemora gli oltre 400 soldati che, nel 1809 durante la cosiddetta Guerra di Finlandia, sotto la guida del generale russo Barclay de Tolly morirono inghiottiti dal mare gelido di ritorno da un attacco a sorpresa contro la Svezia.

  • Il paradiso dei ciclisti

    Con i suoi 1.045 metri, quello di Replot è il ponte sospeso più lungo della Finlandia. Collega la terraferma alle isole dell’arcipelago di Kvarken, dove ad attendervi troverete strade poco trafficate, pace e sentieri di campagna che fanno delle isole una meta ideale da esplorare in bicicletta.

  • Si consiglia

    Ti potrebbero interessare anche questi articoli

    • Il meglio della Helsinki di notte

      Il meglio della Helsinki di notte

      Grazie alle sue dimensioni compatte, le innumerevoli opportunità per festeggiare le notti bianche di Helsinki (che siano di neve o di luce) sono tutte a due passi. Iniziate dal locale che preferite e addentratevi nella notte di Helsinki.

    • I wish I was
      in Finland

      – tutte le ultime notizie e novità dal nostro gruppo di Facebook.

Kvarken, arcipelago emergente

La rapidità con cui un gruppo di isole della Finlandia occidentale nei pressi di Vaasa si sta sollevando ha spinto l’UNESCO a dichiararlo patrimonio naturale dell’umanità. La costa avanza rapidamente, sollevandosi dal Golfo di Botnia al ritmo di un centimetro circa l’anno. Il risultato? Un potenziale enorme e in costante crescita per divertenti attività all’aria aperta!

Birdwatching, escursioni in bicicletta, vela, canoa, pesca, trekking e osservazione dell’interessante fenomeno della terra che spunta dal mare: naturalmente, per l’ultima potreste avere bisogno di un po’ più di tempo, ma i gusti sono gusti e nessun visitatore ha mai lasciato l’arcipelago di Kvarken lamentando la mancanza di scelta. Kvarken è la parte del Golfo di Botnia nel Mar Baltico settentrionale che copre gli 80 km del canale che separa Svezia e Finlandia. Merenkurkku (letteralmente “gola di mareˮ) è l’equivalente finlandese dello svedese Kvarken.

Nel corso dei secoli, Svezia a Finlandia si sono progressivamente avvicinate per effetto del sollevamento della crosta terrestre provocato dal ritiro dei ghiacci che l’avevano ricoperta fin dall’ultima glaciazione, un fenomeno noto come “isostasia”.

Più costa uguale più terra: un’equazione ideale sia per i residenti che per i visitatori, sebbene questo abbia significato anche l’insabbiamento di porti perfettamente funzionanti solo qualche decina d’anni fa. Le isole sono raggiungibili attraverso l’imponente ponte di Replot, il più lungo ponte sospeso della Finlandia, grazie al quale tutti i negozi e i servizi della città di Vaasa sono a portata di mano.

ARCIPELAGO E COSTA

La costa della Finlandia e l'arcipelago antistante offrono chilometri di litorale e decine di migliaia di isole da esplorare. La cultura marittima della regione è più viva che mai e pervade ogni aspetto della vita locale.

Altro