• Restaurant Day

  • "Sauna brunch" nel quartiere di Kumpula a Helsinki

    Foto: Saara Salama

  • Bar del ristorante Kääntöpöytä, Pasila a Helsinki

    Foto: Timo Santala

  • El Restaurante Castro-no-mío, via Annankatu, Helsinki

    Foto: Roy Bäckström

  • Ferragosto

    Foto: Heidi Uutela

  • Forager <3 Baker, Kalasatama, Helsinki

    Foto: Timo Santala

  • Kallion Herkut, prelibatezze nel quartiere di Kallio a Helsinki

    Foto: Tuomas Sarparanta

  • Bar Tuffan Tyrnibaari, Vallila, Helsinki

    Foto: Heidi Uutela

  • JuustoPiknik

    Foto: Anssi Kumpula

  • Si consiglia

    Ti potrebbero interessare anche questi articoli

    • Alla ricerca dello stile bistrot di Helsinki

      Alla ricerca dello stile bistrot di Helsinki

      Oltre a essere la capitale della Finlandia, Helsinki è sicuramente il centro principale dove poter assaporare il meglio della nouvelle cuisine finlandese. L’uso innovativo degli ingredienti finlandesi è parte del New Nordic menu: proprio ciò che i bistro di Helsinki hanno da offrire.

    • La nuova cucina finlandese

      La nuova cucina finlandese

      Helsinki è piena di ristoranti di tendenza e di altissima qualità che servono interessanti piatti fusion accanto ai grandi classici della cucina nordica.

    • Lapponia sugli sci

      Lapponia sugli sci

      Le rotonde colline della Lapponia, principale regione dello sci in Finlandia, offrono piste per sciatori e snowboardisti di tutti i livelli.

    • I wish I was
      in Finland

      – tutte le ultime notizie e novità dal nostro gruppo di Facebook.

Restaurant Day

Ci sono quattro giorni durante l’anno in cui è possibile realizzare il sogno di aprire un proprio ristorante: parliamo del Restaurant Day. Ovviamente un’invenzione finlandese.

Immaginate un ristorante. Un ristorante fuori dall’ordinario. Un ristorante dove le pietanze vi vengono servite mentre siete seduti sul tappeto di un salotto, o dove il dessert è servito dalla finestra, per essere gustato direttamente all’angolo di strada. Un ristorante che offre un barbecue costituito da 137 kg di carne, solo per il gusto di farlo. Un ristorante dove anche i bambini possono diventare chef, cuocendo e mangiando come piace a loro – con le dita, ovviamente.

L’idea è davvero semplice. Durante il Restaurant Day ognuno può aprire un ristorante, dappertutto, per un giorno. E tutti possono cimentarsi nel ruolo di cuoco e sommelier, per vivere una giornata diversa, piena di divertimento e, ovviamente, delizie culinarie.

Il Restaurant Day è nato a Helsinki, la capitale della Finlandia, ma dopo due anni è già diventato un movimento globale del tipo “cibo per tutti”, grazie anche ai social media. Il Restaurant Day è davvero fuori dall’ordinario. E in continua crescita: i ristoranti aperti nelle case, nei giardini e per le strade hanno creato un evento che cresce di volta in volta, spaziando dall’Islanda alla Colombia, con tutto quello che c’è nel mezzo. È il festival della cucina che passa per Ivalo, Singapore, Gerusalemme, Poznan, San Diego, Yekaterinburg, Lisbona, Victoria e arriva fino a Tokio.

Tutto è partito da qualcosa del tipo “facciamo da mangiare e divertiamoci con la famiglia e gli amici”, e con il tempo si è trasformato in un vero e proprio movimento globale, un’esempio di cultura culinaria del futuro. Nominato Cultural Act del 2011 a Helsinki, in Finlandia, e Food Event dell’anno nel 2013 a Copenhagen, in Danimarca, il Restaurant Day è adesso più grande e saporito che mai.

Quattro sabati l’anno (a febbraio, maggio, agosto e novembre) sono dedicati alla gioia e al gusto del gioco, della creatività, della spontaneità e dello stare insieme. Sabato 18 maggio 2013 un totale di 1501 ristoranti “da una giornata” sono stati aperti in 29 nazioni. E 454 di questi solo a Helsinki, per la gioia e il divertimento degli amanti del cibo.

Partecipate anche voi, in qualunque parte del mondo! Affamati, vero?

Prossimi Restaurant Day:

18 agosto

16 novembre

Il ritmo della cultura

Contrasto, parola chiave della vita culturale finlandese, forse perché a queste latitudini tutto appare e suona in modo diverso. Non a caso qua si suona l’heavy metal col violoncello e i film sono quasi senza dialoghi.

Leggi
Altro in archivio