• Somby: rock sámi dalla Lapponia

  • Il cloudberry, conosciuto anche come camemoro, mora di palude o lampone artico, è un vero e proprio toccasana, visto che contiene una percentuale di vitamina C da due a quattro volte maggiore rispetto alle arance. Andare a raccogliere frutti di bosco è inoltre un’ottima forma di terapia: la quiete della foresta vi farà trovare la pace interiore.

  • Le notti bianche sono il periodo più bello dell’anno, visto che permettono di impostare il proprio ritmo di vita sotto la luce di un sole che non tramonta mai. Potrete anche remare su un lago nel mezzo della notte se vi va, senza essere disturbati dal caldo del giorno.

  • L’estate è il periodo della marchiatura dei cuccioli di renna, che avviene tradizionalmente effettuando un taglietto sulla punta dell’orecchio. In questa stagione gli allevatori sámi si addentrano nella foresta per due settimane, intorno alla fine di giugno. Una tradizione antica e viva più che mai.

  • I Sámi sono un popolo orgoglioso della loro eredità storico-culturale. Possono essere ancora ammirati nei loro vestiti tradizionali, compresi i gioielli, oppure solamente per piccoli e fantastici dettagli di abbigliamento.

  • Somby: il moderno gruppo rock sámi della Lapponia.

  • Si consiglia

    Ti potrebbero interessare anche questi articoli

    • Festival musicali in Finlandia

      Festival musicali in Finlandia

      La Finlandia ospita un numero incredibile di festival musicali ogni estate.
      Scegliete quello più adatto ai vostri gusti, prenotate il biglietto e preparatevi a lunghi notti bianche piene di musica.

    • Incontro con i Sámi

      Incontro con i Sámi

      La regione dei Sámi nella Lapponia settentrionale offre durante tutto l’anno opportunità illimitate per attività all’aperto e al chiuso, a stretto contatto con l’unico popolo indigeno dell’Unione europea.

    • I wish I was
      in Finland

      – tutte le ultime notizie e novità dal nostro gruppo di Facebook.

Somby: rock sámi dalla Lapponia

I Sámi sono un popolo indigeno della Lapponia, come gli Indiani d’America, con una lunga storia costellata di miti e leggende. Non a caso il loro nome è sposso associato con immagini stereotipate di un semplice popolo indigeno che vive in abitazioni rudimentali e indossa vecchi abiti tradizionali.

Una delle missioni delle Somby, gruppo rock lappone, è quello di cancellare gli stereotipi e far conoscere la moderna cultura Sámi a tutto il mondo.

Il moderno cittadino sámi

In Finlandia vivono circa 6000 Sámi che, oltre alla loro tradizionale attività di allevamento delle renne, hanno una vita quotidiana uguale a quella di qualsiasi altro abitante. A prescindere da quello che magari succedeva un secolo fa, è possibile vedere i Sámi nei loro abiti tradizionali solo in speciali occasioni.

“Anche gli stessi finlandesi conoscono veramente poco i Sámi. Spesso ci chiedono se abbiamo l’elettricità in casa, oppure come facciamo ad andare a scuola senza auto”, afferma seccata Unna, batterista delle Somby.

La lingua è il simbolo dei Sámi

Anche se con il passare dei secoli molte cose sono cambiate nella cultura dei Sámi, la loro lingua è più viva che mai: non a caso tutte le giovani ragazze del gruppo Somby studiano per diventare insegnanti di lingua sámi.

“La lingua sámi è sempre più udibile oggigiorno, e sta ritornando anche nelle scuole”, ci dice Miira, cantante del gruppo.

“Tutti sono orgogliosi di questo traguardo”.

Oltre la storia

Anche se l’idea della musica sámi potrebbe far pensare a canti joik e altri sonorità etniche, le Somby hanno deliberatamente scelto come veicolo musicale il rock moderno: il loro proposito è dimostrare che la cultura sámi è veramente viva e non solo legata a studi etnografici.

“È stato fantastico vedere come soprattutto i giovani si siano appassionati alla nostra musica, visto che cantiamo in lingua sámi. Questo ha contribuito a rafforzare la loro identità culturale”, afferma Milla, tastierista e paroliere del gruppo.

Una casa all’aperto

Grazie ai suoi tour il gruppo è riuscito a consolidare la sua identità artistica grazie a una grande passione per la terra di origine, gli spazi montuosi e boschivi dell’estremo nord della Finlandia nei pressi di Vuotso, un villaggio sámi con meno di 300 abitanti.

Unna riesce a descrivere in modo dettagliato tale sensazione:

“Questo è un luogo a cui resti attaccato. Chi vive in città deve viaggiare a lungo prima di trovare una foresta incontaminata o un lago dalle acque limpide. Qui invece sei circondato dalla natura, parte integrante della vita quotidiana.

Il meglio della Lapponia d’estate: i consigli delle Somby

Cloudberry

Il cloudberry, conosciuto anche come camemoro, mora di palude o lampone artico, è un vero e proprio toccasana, visto che contiene una percentuale di vitamina C da due a quattro volte maggiore rispetto alle arance. Andare a raccogliere frutti di bosco è inoltre un’ottima forma di terapia: la quiete della foresta vi farà trovare la pace interiore.

Il sole di mezzanotte

Le notti bianche sono il periodo più bello dell’anno, visto che permettono di impostare il proprio ritmo di vita sotto la luce di un sole che non tramonta mai. Potrete anche remare su un lago nel mezzo della notte se vi va, senza essere disturbati dal caldo del giorno.

Renne

L’estate è il periodo della marchiatura dei cuccioli di renna, che avviene tradizionalmente effettuando un taglietto sulla punta dell’orecchio. In questa stagione gli allevatori sámi si addentrano nella foresta per due settimane, intorno alla fine di giugno. Una tradizione antica e viva più che mai.

Cultura sámi per turisti

Il miglior modo per conoscere la cultura dei Sámi è visitando il loro museo a Inari, oppure incontrandoli di persona magari durante un safari con le renne.

Lapponia
Leggi