• Terra di Lapponia: magia e mito

    I fuochi delle volpi

    Innumerevoli leggende circondano le aurora boreali. Secondo la mitologia sami esse sono prodotte da una volpe che sfiora la neve con la sua coda mentre corre sui declivi, creando scie brillanti che salgono verso il cielo.

  • Colori indimenticabili

    Il colore delle foglie in autunno, “ruska” in finlandese, è la tinta principale degli splendidi contrasti dei panorami lapponi, con quel suo tono di armoniosa malinconia. È la dimostrazione suprema di potenza e bellezza della natura, prima di essere addormentata dall’inverno incombente.

  • Il rifugio del guaritore

    La “kota”, versione finlandese del tepee, la tenda indiana, è una dimora provvisoria, all’interno della quale gli stregoni sami effettuano i loro riti. Per mettersi in contatto con gli spiriti, la tenda ha un’apertura proprio sulla cima.

  • La montagna sacra

    Il monte Saana, nelle vicinanze del villaggio di Kilpisjärvi, è una montagna sacra per i Sami: sulla cima di essa fuochi sacrificali vengono fatti ardere in onore del dio supremo Ukkonen. Saana ha un ruolo centrale in molti racconti lapponi.

  • Raggi della speranza

    L’arrivo della primavera porta con sé i raggi del sole che risvegliano gli alberi, le piante, gli animali e gli esseri umani, riempiendo le anime e i paesaggi innevati di una fresca gioia di vivere.

  • Io sono qui

    Gli alberi morti, “kelo” in finlandese, sono tipici della natura lappone e ricordano il passare del tempo e le condizioni proibitive che la natura impone a questa regione e ai suoi abitanti durante l’inverno.

  • La luce dell’oscurità

    Durante l’inverno il ‘kaamos’, la notte polare, avvolge la Lapponia in un velo di oscurità che fa quasi paura: ma in realtà l’immobilità della natura è pacifica e confortevole. Le aurora boreali illuminano il cielo con le loro danze, portando messaggi da un mondo al di là del nostro.

  • Il grande “là fuori”

    Le renne sono un’icona della Lapponia, e difatti superano in numero gli abitanti della regione. Durante l’estate le renne si inoltrano sui colli e corrono libere nella natura.

  • La dea dorata

    Durante l’estate la taiga dell’Artico si crogiola sotto i raggi del sole di mezzanotte per quasi due mesi. Le piante e i frutti di bosco crescono rigogliosi, mentre il sole sorride con tutta la sua anima ai paesaggi ancora segnati dall’inverno che sarà presto dimenticato.

  • Cieli rossi

    Durante il kaamos, ombre di rosso all’orizzonte creano un’atmosfera malinconica e al contempo rassicurante, trasmettendo la speranza di una nuova rinascita, quando il sole tornerà in primavera.

  • Un viaggio interiore

    La vastità della Lapponia fa sentire il singolo essere umano davvero piccolo. Vagare da soli per vaste aree di natura incontaminata è l’ideale per chi è alla ricerca della propria anima e vuole trovare il suo posto nella vita. La natura fa miracoli alle menti stanche e confuse.

  • Si consiglia

    Ti potrebbero interessare anche questi articoli

    • Festival musicali in Finlandia

      Festival musicali in Finlandia

      La Finlandia ospita un numero incredibile di festival musicali ogni estate.
      Scegliete quello più adatto ai vostri gusti, prenotate il biglietto e preparatevi a lunghi notti bianche piene di musica.

    • Un giorno in kayak sul Saimaa

      Un giorno in kayak sul Saimaa

      Il lago più grande della Finlandia e il quarto maggiore lago d’acqua dolce in Europa è una meta ideale per una pagaiata di uno o due giorni.

    • I wish I was
      in Finland

      – tutte le ultime notizie e novità dal nostro gruppo di Facebook.

Terra di Lapponia: magia e mito

Situata nella parte più settentrionale della Finlandia, la regione della Lapponia ha da sempre costituito un elemento di mistero nella tradizione folkloristica della nazione. Numerosi miti prendono spunto dall’antica fede animista dei Sami, tribù dell’Artide e unico popolo indigeno d’Europa.

Nella mitologia sami tutto ha un’anima. Tutte le cose, animate e inanimate, hanno pertanto una loro storia. Pietre e alberi, volpi e renne, le aurore boreali su nel cielo e il coltello in mano all’allevatore di renne: qualsiasi cosa porta con sé conoscenza e saggezza. E anche gli spiriti sono costantemente presenti dovunque ci si trovi.

LA TERRA DEGLI SCIAMANI

Nei vecchi tempi gli stregoni sami prevedevano il destino delle persone tramite visioni. Le cure, sia spirituali che fisiche, venivano praticate tramite lo sciamanesimo, prendendo contatto con il mondo degli spiriti.

In Lapponia le leggende antiche sono giunte ai giorni nostri esclusivamente per via orale. I vecchi miti sono ispirati da quell’entità onnipresente, che esisteva prima dell’arrivo degli esseri umani, e che resterà anche dopo che ce ne saremo andati – la natura.

La vita in Lapponia segue proprio il ciclo di Madre Natura, e il contrasto marcato delle quattro stagioni ne detta il passo.

UNITÀ DI UOMO E NATURA

Essere capaci di addentrarsi nella natura incontaminata portandosi dietro solo i propri pensieri è un aspetto fondamentale della Lapponia e della sua forza di attrazione. Quella sensazione di armonia e unità con la natura è uno tra i sentimenti più forti che l’essere umano può provare.

Come tutte le esperienze spirituali, la Lapponia deve essere vista e sentita. Descrivere una sensazione non rende appieno l’idea dell’esperienza vera e propria. Non esistono parole che possano descrivere le sensazioni che si provano una volta raggiunta la cima di un pendio, mentre la vista della natura incontaminata si perde all’orizzonte… è come un brivido lungo la schiena.

Lapponia

In pochi minuti è possibile lasciarsi alle spalle la folla delle città e dei comprensori sciistici per immergersi nella pace e nella calma della natura.

Leggi