• Luoghi da visitare
  • Cose da fare
  • Consigli pratici

Natura urbana: le isole di Helsinki

4 minute read

Credits:: AdobeStock

10 delle escursioni preferite dai locali per fare il pieno di natura

L'arcipelago di Helsinki è composto da circa 330 isole, le quali ti permettono di accedere a lussureggianti foreste, spiagge sabbiose e coste incontaminate che ti daranno l’impressione di aver raggiunto un luogo più lontano ed esotico. Ma a differenza di quelle dell'arcipelago esterno, le isole di Helsinki offrono tutti i migliori servizi disponibili in città – caffetterie, bar, ristoranti – oltre alla natura unica dell'arcipelago.

A molti abitanti di Helsinki piace salire su un traghetto per una gita in una delle isole. Ecco 10 delle escursioni preferite dalla gente del posto per fare il pieno di natura:

 

Pihlajasaari, “isola del sorbo”: spiagge, scogliere, alberi e prati fioriti

Credits: Julia Kivelä

A soli 10 minuti di viaggio da Helsinki sud, Pihlajasaari è l'isola più gettonata dagli abitanti di Helsinki per trascorrere una soleggiata giornata estiva. L'isola è famosa per le sue incantevoli spiagge di sabbia e scogli, perfette per gli amanti del mare e del sole. Su Läntinen Pihlajasaari, tra le rocce, si trova un boschetto protetto mentre la parte costiera è caratterizzata da un ampio prato erboso che ospita numerose specie di uccelli. Un ottimo modo per esplorare la natura e la storia delle isole è attraverso il percorso naturalistico di due chilometri.L'isola è perfetta per fare lunghi picnic, ma se preferisci lasciare ad altri l’onere di preparare da mangiare, puoi optare per le prelibatezze del ristorante Pihlajasaari.

Credits: Mariia Kauppi

Vartiosaari, “isola di guardia”: funghi e frutti di bosco da cogliere

Vartiosaari si trova nell’arcipelago interno di Helsinki verso est, tra Laajasalo e Tammisalo. La storia di Vartiosaari è molto intrigante. Si ritiene che l'isola fosse utilizzata come postazione di guardia per avvisare gli abitanti della costa di imminenti attacchi durante l'era vichinga. Un fuoco di avvertimento veniva acceso su una collina rocciosa a circa 32 metri sul livello del mare. Mille anni dopo, l'isola è diventata una destinazione popolare tra la borghesia di Helsinki che ha costruito qui diverse ville signorili. Al giorno d'oggi, l’abbondanza di frutti di bosco e funghi attirano i visitatori durante i mesi estivi e autunnali. Sull'isola è presente un percorso naturalistico di 2,5 chilometri, lungo il quale troverai tracce dell'era glaciale: un blocco e un pozzo glaciale, quest'ultimo noto anche come bollitore del gigante.

Kaunissaari, “isola della bellezza”: campeggi e servizi

Raggiungere Kaunissaari è semplice: basta prendere il traghetto da Vuosaari. L’isola è situata al limite delle acque profonde del Mar Baltico e offre panorami stupendi. Kaunissaari è difatti una delle più lontane da Helsinki, a circa 40 minuti di traghetto ed è conosciuta per le sue lunghe spiagge e le sue acque particolarmente pescose. La diversità di flora e fauna è impressionante: in molti vengono in camper sull’isola proprio per ammirarne la natura. L'isola è dotata di rifugi per cucinare e cabine in affitto. C'è un ristorante dove puoi gustare una zuppa di salmone affumicato e prenotare una sauna. Fai attenzione però, c'è un’altraKaunissaari nella regione di Kotka; sono entrambe bellissime isole, ma diverse.

Suomenlinna: paesaggi naturali e patrimoni culturali

Visita la serie di isole che compongono la famosa fortezza al largo di Helsinki per un'esperienza coinvolgente sia a livello storico che naturalistico. Dirigiti verso le estremità occidentale e meridionale dell'isola di Susisaari dove tra massi e minuscole calette troverai dei veri e propri paradisi naturali. Molti uccelli migratori si fermano alla ricerca di cibo o a nidificare a Suomenlinna, come anche le oche dalla fronte bianca e i cigni. Raggiungere l’isola è semplice: puoi prendere il traghetto municipale dalla Piazza del Mercato utilizzando un biglietto per i mezzi pubblici.

Credits: : Julia Kivelä
Credits:: AdobeStock

Seurasaari, “isola dell’ottima compagnia”: incontra i simpatici scoiattoli

Seurasaari è una popolare area ricreativa a Meilahti, a ovest di Helsinki, che può essere raggiunta attraversando a piedi un ponte di legno bianco. Ad accoglierti troverai uno stormo di anatre addomesticate e magari alcuni cigni e oche che risiedono sull'isola e non sono affatto intimoriti dai visitatori. L'isola è caratterizzata da habitat diversi, con una flora particolarmente diversificata nella parte sud-orientale. Seurasaari è un museo a cielo aperto, con edifici tipici provenienti da tutta la Finlandia ricostruiti sull'isola per essere ammirati. Questi edifici disabitati sono dei perfetti nascondigli per i pipistrelli durante il giorno, rendendo l’isola uno dei luoghi più noti per la presenza di diverse specie di pipistrelli a Helsinki. Sebbene potresti non riuscire ad avvistare questi animali notturni durante il giorno, riuscirai sicuramente a vedere gli scoiattoli. Gli scoiattoli in Finlandia sono quasi animali domestici, e la popolazione di Seurasaari è particolarmente socievole e giocherellona.

Credits: Konsta Punkka

Harakka, “gazza”: isola di uccelli e farfalle

In estate, puoi salire su un traghetto per Harakka dal molo di UIlanlinna nel parco di Kaivopuisto. L'isola era in precedenza una base militare ad accesso limitato, mentre ora è un'area ricreativa che ospita artisti e artigiani nei vari atelier dell'isola. Sull’isola puoi trovare molti esemplari di piante e farfalle rare, insieme a un numero eccezionalmente elevato di uccelli nidificanti, si consiglia quindi di rimanere sui sentieri segnalati. L'Harakka Nature Center offre tutta una serie di attività e informazioni sul Mar Baltico, sulla natura di questo tratto di costa e sullo stile di vita sostenibile. Prendi una mappa e una guida sugli uccelli dal Nature Centre ed esplora il sentiero naturalistico lungo un chilometro. Nei freddi inverni, è possibile raggiungere l'isola a piedi attraversando il mare ghiacciato.

Credits: Kari Ylitalo

Lammassaari, “isola delle pecore”: accessibile e instagrammabile

Prima di tutto, chiariamo le cose: non ci sono pecore sull’isola. Le pecore in realtà vivono nella vicina isola di Kuusiluoto durante l’estate. Pecore o no, Lammassaari è il luogo perfetto per le escursioni nella natura e la fotografia amatoriale, ma non per gli appassionati di pecore. Puoi raggiungere Lammassaari a piedi attraversando i duckboard (passerelle in legno) da Pornaistenniemi, tra splendidi canneti. Insieme al sentiero naturalistico, i duckboard formano un accessibile percorso ricreativo lungo circa 3,5 chilometri. Lammassaari fa parte della riserva naturale Viikki-Vanhankaupunginlahti, e ogni primavera e autunno ospita migliaia di uccelli migratori. Vi sono anche cottage privati nella zona, quindi si consiglia sempre di attenersi ai percorsi segnalati per la privacy dei residenti.

Credits: Jussi Hellsten

Vallisaari, “isola dei bastioni”: grandi alberi verdi e scogliere ricoperte di muschio

Per quanto riguarda la natura urbana, Vallisaari è davvero unica. Per molti anni è stata una base militare chiusa al pubblico, dopodiché è rimasta abbandonata per poco meno di un decennio. L’assenza dell’uomo ha permesso alla natura dell'isola di prosperare, soprattutto grazie all'intonaco utilizzato sui vecchi edifici militari che ha creato un terreno estremamente fertile. Passeggiando in questo ambiente unico, è facile dimenticare che si è a soli 15 minuti di traghetto da Piazza del Senato, nel cuore della capitale del Paese. Ricordarlo pero è facile: dal belvedere di fronte al mare si ha una vista sulla città e sull'isola di Suomenlinna. Vallisaari ha anche ottimi bar e ristoranti estivi che servono una vasta gamma di cucine diverse, dallo streetfood filippino al gelato artigianale.

Credits: : Julia Kivelä
Credits:: Julia Kivelä

Lonna: isola piccola e carina

A soli sette minuti di barca dalla Piazza del Mercato, Lonna è una piccola oasi aperta ai visitatori durante la stagione estiva. Qui, l'impatto dell’uomo sulla natura è stato significativo. La storia dell'isola come territorio militare durante il periodo russo è ancora presente nelle specie vegetali aliene, di origine russa. A Lonna nidificano circa 20 specie di uccelli, tra cui oche facciabianca, edredoni e gabbiani comuni. L'isola ospita anche una coppia di cigni che nidifica insieme da anni: una testimonianza della potente bellezza dell'isola, sentita anche dai cigni. E quando la fame si fa sentire, raggiungi il delizioso ristorante-caffetteria per un boccone.

Credits: : Julia Kivelä
Credits:: Mariia Kauppi

Isosaari, “isola grande”: un viaggio notturno sull’acqua

Dalla Piazza del Mercato, con un viaggio in barca di 40 minuti puoi raggiungere Isosaari, un'isola con vista sul mare aperto. Per secoli, Isosaari è stata un punto di riferimento per i marinai e una base per i pescatori, successivamente è diventata una base militare e un centro di ricerca. L'isola è per lo più ricoperta da foreste, ma troverai anche spiagge sabbiose, tutte facili da esplorare grazie a strade e sentieri sterrati. La sauna pubblica viene riscaldata nei giorni in cui arrivano le navi da crociera, tienilo a mente, se hai voglia di fare il bagno. Se desideri pernottare, a Isosaari troverai sia il campeggio che un hotel su una barca. Le cabine "Nolla” a zero emissioni di CO2 e dal design nordico minimalista sono un modo accessibile e interessante per apprezzare la bellezza dell'arcipelago.

Credits: Mona Salminen

Recommended