• Luoghi da visitare
  • Cose da fare
  • Consigli pratici

Le icone dell'architettura finlandese a Helsinki

3 minute read

Credits:: Tuomas Uusiheimo

Tre siti architettonici da non perdere nel centro di Helsinki

Helsinki è famosa tra gli appassionati di design di tutto il mondo per lo stile funzionale e minimalista della sua architettura nordica, visibile sia negli edifici più datati sia in quelli più recenti.  

La città è piena di scenari architettonici da scoprire e molti degli edifici più iconici sono uno accanto all'altro, perciò è facile esplorare la capitale a piedi

L'architettura finlandese dell'area di Töölönlahti

L'area di Töölönlahti ospita uno dei più folti raggruppamenti di edifici-simbolo della città.  

Il Finlandia-talo (casa Finlandia), progettato dal rinomato architetto finlandese Alvar Aalto, è un vero e proprio emblema di Helsinki fin dal 1974. Persino i più piccoli dettagli di questo auditorium di marmo bianco riescono ad essere stupefacenti. Accanto al Finlandia-talo troviamo il palazzo del Parlamento finlandese (1931), un robusto e classico simbolo della democrazia nostrana. Se stai cercando qualcosa di meno elevato (letteralmente), dai un’occhiata alla vicina chiesa di pietra di Temppeliaukio (1969). Questa chiesa sotterranea, che riceve circa un milione di turisti ogni anno, è assolutamente da non perdere. 

A pochi passi dal palazzo del Parlamento si trovano altre tre icone dell'architettura finlandese moderna: la biblioteca Oodi (2018), l'auditorium Musiikkitalo (2011) e il museo di arte contemporanea Kiasma (1998). Anche se questi edifici sono stati progettati da architetti diversi e realizzati in periodi diversi, le loro strutture eleganti, in cui il vetro la fa da padrone, danno un senso di uniformità. 

Un'altra breve camminata attraverso Töölönlahti ti condurrà allo stadio olimpico di Helsinki (1938). Questo stadio, ristrutturato di recente e probabilmente uno dei più sorprendenti nel suo genere, è una tappa d'obbligo per chi apprezza l’architettura funzionalista dei primi anni del XX secolo. 

La Biblioteca Oodi è diventata uno degli esempi più noti dell'architettura moderna finlandese.
Credits: : Tuomas Uusiheimo
Temppeliaukio Rock Church è una chiesa sotterranea costruita nella roccia naturale.
Credits:: Jussi Hellsten
Il Finlandia-talo, ricoperto di marmo di Carrara, è uno degli edifici più iconici tra quelli progettati da Alvar Aalto.
Credits: Pete Laakso

Meraviglie architettoniche nei pressi della piazza del Senato 

Un'area di rilevanza storica per l'architettura finlandese è la piazza del Senato, il gioiello neoclassico di Helsinki.  

È dominata da quattro edifici progettati da Carl Ludvig Engel (1778-1840): la cattedrale di Helsinki (1852), vera icona della città, il palazzo del Governo (1822), l'edificio principale dell'Università di Helsinki (1832) e la biblioteca nazionale della Finlandia (1840). Nelle vicinanze è possibile ammirare anche l'elaborata cattedrale della Dormizione (1868), la più grande chiesa ortodossa dell'Europa occidentale.  

Dopo aver fatto una scorpacciata di architettura, ti consigliamo di concederti un momento di pausa in uno dei caffè o dei ristoranti nascosti tra le viuzze di Torikorttelit, un vivace complesso di vicoli proprio di fronte alla piazza del Senato.

La cattedrale di Helsinki è senza alcun dubbio l'edificio più iconico e famoso della Finlandia.
Credits: Lauri Rotko / Helsinki Marketing
Credits: : Olli Oilinki
La cattedrale di Uspenski, la più grande chiesa ortodossa dell'Europa occidentale, è visitata da mezzo milione di turisti ogni anno.
Credits:: Julia Kivelä

Architettura e arte finlandese nei dintorni della stazione centrale 

Al centro di Helsinki riposano i leggendari giganti di pietra che montano la guardia alla stazione centrale (1919) della capitale. Questa iconica stazione, progettata da Eliel Saarinen, è l'emblema dello stile romantico nazionale della Finlandia ma con un tocco di modernità. Per godere al massimo dei dettagli al suo interno, ti consigliamo un soggiorno all'hotel Scandic Grand Central, che ha ideato un interessante tour architettonico fai-da-te per i suoi ospiti. 

Esci dalla stazione e attraversa la strada per ammirare un esempio di architettura neorinascimentale: il museo d'arte Ateneum (1887). L'Ateneum è la casa dell'arte finlandese, fa parte della Kansallisgalleria, l’organizzazione dei musei d'arte più grande della Finlandia, e la sua collezione racchiude più di 20.000 tesori nazionali. 

Nessun tour architettonico può considerarsi completo senza una visita al nuovo museo d’arte Amos Rex (2018), all'interno del Lasipalatsi (1936) e a un tiro di schioppo dalla stazione centrale. Il Lasipalatsi, ovvero il “palazzo di vetro”, è un altra icona del design funzionalista finlandese. Situato nell’omonima piazza, sotto i famosi lucernari a volta, il museo Amos Rex ospita un gran numero di esposizioni d'arte moderna.  

Se invece preferisci il silenzio non puoi perderti la vicina cappella del silenzio di Kamppi (2012), una cappella aconfessionale aperta a tutti, illuminata da una soffusa luce naturale che crea l’atmosfera perfetta per un momento di raccoglimento e meditazione.

Lasipalatsi, il Palazzo di Vetro, è un gioiello dell'Era Funzionalista e risale agli anni '30.
Credits: : Tuomas Uusiheimo
L'Ateneum è la casa dell'arte finlandese dal 1888. Molti degli artisti più noti del paese hanno studiato in questo edificio, che ha ospitato una scuola d'arte fino agli anni '80.
Credits:: Aleksi Poutanen

Recommended